malattia epatite autoimmune

L’epatite autoimmune è l’infiammazione del fegato che si verifica quando il sistema immunitario del corpo si rivolge contro le cellule del fegato. La causa esatta di epatite autoimmune non è chiaro, ma i fattori genetici ed ambientali sembrano interagire nel corso del tempo a scatenare la malattia.

Non trattata l’epatite autoimmune può portare alla cicatrizzazione del fegato (cirrosi) e, infine, per insufficienza epatica. Quando diagnosticata e trattata precocemente, tuttavia, epatite autoimmune spesso può essere controllata con farmaci che sopprimono il sistema immunitario.

Sintomi

Un trapianto di fegato può essere un’opzione quando epatite autoimmune non risponde a trattamenti farmacologici o quando la malattia epatica è avanzata.

Fatica; disagio addominale; Ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi (ittero); Un ingrossamento del fegato; vasi sanguigni anomali sulla pelle (angiomi ragno); Eruzioni cutanee; Dolori articolari; Nelle donne, la perdita delle mestruazioni

Il fegato è il più grande organo interno. Circa le dimensioni di un pallone da calcio, si trova principalmente nella parte superiore destra dell’addome, sotto il diaframma e sopra lo stomaco.

Segni e sintomi di epatite autoimmune possono variare da lievi a gravi e possono verificarsi improvvisamente. Alcune persone hanno pochi, se del caso, problemi nelle prime fasi della malattia riconosciuta, mentre altri sperimentano segni e sintomi che possono includere

In caso di segni o sintomi che si preoccupano, fissare un appuntamento con il medico.

Tipo 1 epatite autoimmune. Questo è il tipo più comune della malattia. Essa può verificarsi a qualsiasi età. Circa la metà delle persone con epatite autoimmune di tipo 1 hanno altre malattie autoimmuni, come la malattia celiaca, l’artrite reumatoide o la colite ulcerosa .; Tipo 2 epatite autoimmune. Anche se gli adulti possono sviluppare il tipo 2 autoimmune epatite, è più comune nei bambini e giovani. Altre malattie autoimmuni possono accompagnare questo tipo di epatite autoimmune.

L’epatite autoimmune si verifica quando il sistema immunitario del corpo, che attacca di solito i virus, batteri e altri agenti patogeni, si rivolge invece il fegato. Questo attacco sul tuo fegato può portare a infiammazione cronica e gravi danni alle cellule del fegato. Proprio perché il corpo si rivolta contro se stessa non è chiaro, ma i ricercatori pensano di epatite autoimmune potrebbe essere causata dall’interazione di geni che controllano la funzione del sistema immunitario e l’esposizione a particolari virus o droghe.

Essere di sesso femminile. Sebbene entrambi gli uomini e le donne possono sviluppare epatite autoimmune, la malattia è più comune nelle donne .; Una storia di alcune infezioni. L’epatite autoimmune può svilupparsi dopo sei stato infettato con il morbillo, herpes simplex o il virus di Epstein-Barr. La malattia è legato anche l’epatite A, B o C infezioni .; Eredità. L’evidenza suggerisce che una predisposizione per l’epatite autoimmune può funzionare in famiglie .; Avere una malattia autoimmune. Le persone che hanno già una malattia autoimmune, come la malattia celiaca, l’artrite reumatoide o ipertiroidismo (malattia di Graves ‘o tiroidite di Hashimoto), possono essere più probabilità di sviluppare l’epatite autoimmune.

Le cause

I medici hanno identificato due principali forme di epatite autoimmune

I fattori che possono aumentare il rischio di epatite autoimmune includono

L’epatite autoimmune che va trattata può causare lo sfregio permanente del tessuto epatico (cirrosi). Le complicanze della cirrosi includono

varici esofagee sono vene dilatate nell’esofago. Sono spesso a causa di flusso sanguigno ostruito attraverso la vena porta, che trasporta il sangue dall’intestino, pancreas e la milza al fegato.

Le prove e le procedure utilizzate per diagnosticare l’epatite autoimmune includono

Fattori di rischio

Una biopsia epatica è una procedura per rimuovere un piccolo campione di tessuto epatico per le prove di laboratorio. Una biopsia epatica è comunemente eseguita inserendo un ago sottile attraverso la pelle e nel vostro fegato.

vene dilatate nell’esofago (varici esofagee). Quando la circolazione attraverso la vena porta è bloccata, il sangue può eseguire il backup in altri vasi sanguigni – soprattutto quelle in vostro stomaco e l’esofago. I vasi sanguigni sono a parete sottile, e perché sono pieni di più sangue di cui sono stati concepiti da trasportare, sono suscettibili di sanguinare. sanguinamento massiccio dell’esofago o dello stomaco da questi vasi sanguigni è un’emergenza pericolosa per la vita che richiede cure mediche immediate .; Liquido nell’addome (ascite). Malattia del fegato può causare grandi quantità di fluido ad accumularsi nel vostro addome. Ascite può essere scomodo e possono interferire con la respirazione e di solito è un segno di cirrosi avanzata .; Insufficienza epatica. Ciò si verifica quando ingenti danni alle cellule del fegato rende impossibile per il vostro fegato a funzionare in modo adeguato. A questo punto, è necessario un trapianto di fegato .; Cancro al fegato. Le persone con cirrosi hanno un aumentato rischio di cancro al fegato.

complicazioni

Qualunque sia il tipo di epatite autoimmune che hai, l’obiettivo del trattamento è quello di rallentare o fermare l’attacco del sistema immunitario sul tuo fegato. Ciò può aiutare a rallentare la progressione della malattia. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario farmaci che abbassano l’attività del sistema immunitario. Il trattamento con prednisone è generalmente utilizzato inizialmente. Un secondo farmaco, azatioprina (Azasan, Imuran), può essere raccomandato in aggiunta a prednisone.

Analisi del sangue. Test di un campione di sangue per gli anticorpi in grado di distinguere l’epatite autoimmune da epatite virale e altri disturbi con sintomi simili. test anticorpali anche aiutare a individuare il tipo di epatite autoimmune avete .; La biopsia epatica. I medici eseguono una biopsia epatica per confermare la diagnosi e per determinare il grado e il tipo di danno epatico. Durante la procedura, una piccola quantità di tessuto epatico viene rimosso, utilizzando un ago sottile che è passato nel vostro fegato attraverso la pelle. Il campione viene poi inviato ad un laboratorio per l’analisi. Il medico può utilizzare gli ultrasuoni per guidare la biopsia.

Prednisone, soprattutto se assunto a lungo termine, può causare una vasta gamma di gravi effetti collaterali, tra cui il diabete, assottigliamento delle ossa (osteoporosi), ossa rotte (osteonecrosi), ipertensione, cataratta, glaucoma e aumento di peso.

Essere a conoscenza di eventuali restrizioni pre-appuntamento. Al momento di effettuare la nomina, assicuratevi di chiedere se c’è qualcosa che devi fare in anticipo, come restringere la dieta .; Nota tutti i sintomi che hai incontrato, anche se sembrano estranei alla ragione hai programmato l’appuntamento .; Prendere nota della chiave di informazioni personali, comprese le cose come cambiamenti di vita recenti, o grandi sollecitazioni .; Fate una lista di tutti i farmaci, vitamine o integratori che si sta prendendo .; Prendete un familiare o un amico lungo per aiutarvi a ricordare tutto ciò che è stato discusso .; Scrivete una lista di domande da porre al medico.

Diagnosi

I medici di solito prescrivono prednisone ad alte dosi per circa il primo mese di trattamento. Quindi, per ridurre il rischio di effetti collaterali, riducono gradualmente la dose nei prossimi mesi fino a raggiungere la dose più bassa possibile che controlla la malattia. L’aggiunta di azatioprina aiuta anche a evitare gli effetti collaterali prednisone.

La maggior parte delle persone hanno bisogno di continuare a prendere il prednisone per almeno 18 a 24 mesi, e molti rimangono su di esso per tutta la vita. Anche se è possibile che si verifichi remissione pochi anni dopo l’inizio del trattamento, la malattia spesso ritorna se il farmaco viene interrotto.

Qual è la causa più probabile dei miei sintomi ?; Ci sono altre possibili cause ?; Quali esami ho bisogno di confermare che ho l’epatite autoimmune ?; Quanto è grave il danno al mio fegato ?; È la mia condizione probabilmente temporanea o cronica ?; Quali sono le opzioni di trattamento ?; Il trattamento può curare la mia epatite autoimmune ?; Quali sono i potenziali effetti collaterali di ogni opzione di trattamento ?; Come potrebbe il trattamento per l’epatite autoimmune influenzare la gestione delle mie altre condizioni mediche ?; Potrebbe qualcuno dei miei farmaci o abitudini causare i miei problemi al fegato o peggiorare i miei problemi al fegato ?; Ci sono delle restrizioni dietetiche che ho bisogno di seguire ?; Dovrei vedere uno specialista ?; C’è un’alternativa generica al farmaco che mi ha prescritto ?; Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare con me? Quali siti web mi consiglia ?; Quante volte avrò bisogno visite di follow-up?

Quando i farmaci non fermare il progresso della malattia, oppure si sviluppano cicatrici irreversibili (cirrosi) o insufficienza epatica, l’opzione che rimane è un trapianto di fegato.

Quando hai di iniziare ad avvertire i sintomi ?; I sintomi sono in continuo o occasionale ?; Come gravi sono i sintomi ?; C’è qualcosa sembra migliorare o peggiorare i sintomi ?; State prendendo medicine o trattamenti per i sintomi ?; Avete una storia familiare di malattie del fegato?

Durante un trapianto di fegato, il fegato malato viene rimosso e sostituito con un fegato sano da un donatore. trapianti di fegato più spesso utilizzano fegati da donatori d’organo deceduti. In alcuni casi, un trapianto di fegato da donatore vivente può essere utilizzato. Durante un trapianto di fegato da donatore vivente, si riceve solo una parte di un fegato sano da un donatore vivente. Entrambi i fegati cominciano rigenerare nuove cellule quasi immediatamente.

Una piccola percentuale di donazioni di fegato provengono da un donatore vivente, come ad esempio un amico o un familiare. Durante un trapianto di fegato da donatore vivente, una parte del fegato del donatore viene rimosso e trapiantato nel vostro corpo. Il fegato iniziano rigenerare nuove cellule quasi immediatamente.

Trattamento

In caso di segni o sintomi che si preoccupano, inizia facendo un appuntamento con il medico di assistenza primaria. Se il medico sospetta che si può avere l’epatite autoimmune, si può fare riferimento ad uno specialista in malattie del fegato (epatologo).

Le visite possono essere brevi, e perché c’è spesso un sacco di strada da fare, è una buona idea per essere pronti per l’appuntamento. Ecco alcune informazioni utili per prepararsi, e cosa aspettarsi dal proprio medico.

Per l’epatite autoimmune, alcune domande fondamentali da porre al medico includere

Preparazione per un appuntamento

Il medico è probabile che chiedere una serie di domande. Essere pronti a rispondere alle loro può riservare tempo di andare oltre tutti i punti che si desidera dedicare più tempo. Il medico può chiedere

Scopri di più su L’epatite autoimmune

1

Di più su L’epatite autoimmune

)